Storia minima di un balilla mancato

Domenico Alvisi

Formato ePub

Raccontare la guerra e la resistenza attraverso gli occhi dell’infanzia è un’idea forte che crea passione e coinvolgimento…


Descrizione

“ Storia minima di un balilla mancato è un dialogo. Si tratta, infatti, di un confronto tra la storia ufficiale, gli eventi bellici che hanno coinvolto l’Emilia Romagna nella seconda Guerra Mondiale, e la storia personale di Domenico Alvisi. L’intreccio cresce e si sviluppa tra il 1934 e il 1945 e si articola sul continuo mescolio tra i grandi eventi generali e la vita di un bambino che li osserva con stupore e curiosità. Questo insieme di storia personale e storia collettiva è un filo conduttore che rende interessante e profondo il progetto, lo rende originale e di forte impianto soggettivo.” (…)

(…) “La storia si articola su quattro luoghi molto diversi tra loro: la Bologna prebellica, Casola Valsenio, Buta, la Bologna post bellica. Ogni luogo racconta un mondo diverso, un immaginario e uno stile di vita diverso. Dal centro alla periferia e ritorno: nel dialogo tra i luoghi emerge tutta la forza della società del primo novecento, quando la rivoluzione dei trasporti e del web non aveva ancora frammentato le categorie di spazio e tempo. Di una società ben più lenta di quella attuale, dove i mutamenti venivano interiorizzati con pazienza e il sistema di vita di una città come Bologna e di un piccolo paese collinare come Casola Valsenio erano distanti decenni. Senza parlare di Buta, dello sperduto podere ai margini di Monte Battaglia dove Alvisi dice “di avere incontrato il medioevo.” (…)

Storia minima di un balilla mancato.
Disponibile su iPhone, iPad, iPod touch e Mac.

Categoria:
Biografie e memorie
Pubblicato: 28/03/2015
Editore: Tema Grafico
ISBN: 9788894052527
Pagine: 436
Lingua: Italiano

Pin It on Pinterest

Share This